Il fine settimana è caliente. A volte.

Finalmente inizia il fine settimana. E finalmente ognuno di noi potrà sprecare il proprio tempo come meglio crede. Molti dormiranno fino a tardi, altri si alzeranno presto per fare una gita fuori porta, altri visiteranno i genitori per pranzo e altri ancora, quelli che con i genitori ci vivono, li manderanno a cagare.
In una parola: libertà.

Tra i tanti ognuno ce ne saranno alcuni, i più fortunati diciamo, che questo fine settimana si faranno ‘na bella trombata (o varie, dipende dal livello di fortuna). Bravi. Poi con la primavera la voglia è tanta. Sfogatevi per benino. Evito il “chissà quando vi ricapita” perché è una battuta scontatissima, scadente e stantia. E poi, a pensarci bene, chissà quando vi ricapita.

Sto divagando.

Dunque, il motivo per cui ho deciso di scrivere questo post è il seguente:
se questo fine settimana penetrate o sarete penetrati/e – questo, il prossimo e qualsiasi altro giorno della vostra vita, utilizzate il preservativo. Ai maschietti dico: se vi fate una pippa soli in casa mentre state guardando le immagini di questo fantastico blog, non è necessario utilizzarlo. Al massimo state attenti a non sporcare lo schermo del computer. Ma chi è pippaiolo mica arriva a leggere sino a qui, quindi come non detto.

Ma per quale fortuita ragione sono finita a pensare nel preservativo e a volerci pure scrivere un post sopra? Perché cazzeggiando lavorando in rete, ho ritrovato questo video dell’AIDES, associazione francese per la lotta all’aids, di qualche anno fa. Non lo ricordavo più. Si chiama Graffiti; è diretto da Yoann Lemoine, quello dei video clip di Lana del Rey, ed è una campagna dell’agencia JTW Parigi (chi non lavora nel mondo della pubblicità magari non sa che JWT è una delle agenzie pubblicitarie più grandi e importanti al mondo).
Ve lo ripropongo perché è troppo carino.

Sempre durante le lunghe e durissime ore di cazzeggio lavoro, ho visto che l’AIDES aveva lanciato un’altra campagna, che però mi ero persa: Sexy Finger. Se con un solo dito si possono fare un sacco di cose, guardate il video per sapere quali, allora, sempre con un solo dito, posso fare anche il test dell’HIV. Si punta a sensibilizzare le persone sull’importanza di fare il test. La campagna è di nuovo di JWT, direzione e illustrazione a carico di Jean Michel Tixier; musica di Flairs (molto figa).

C’è anche l’applicazione smartphone di Sexy Finger con la quale, se ho capito bene come funziona – non l’ho mica scaricata, non ho neanche uno smartphone… problemi? -, è possibile creare musica.

Se questo fine settimana dovesse andare male, nel senso che gli unici con cui avrete una relazione intima ravvicinata sarete voi stessi, giocate con la app di AIDES. Il Ruzzle ha rotto i coglioni.

Buon weekend.