Se la modella è la fotografa

Occorrente:

1) macchina fotografica
2) buon occhio
3) tecnica
4) ignorare il significato di pudore
5) un corpo da 10 e lode
6) chiamarsi Yulia Gorodinski

Ecco gli ingredienti per portarsi a casa degli scatti come quelli che presento oggi. Di questi, i primi 3 punti sono accessibili più o meno a tutti; il 4º ed il 5º potrebbero, in teoria, ottenersi con un po’ di lavororo su se stessi (certo, per il 5º punto sarebbe meglio che madre natura non sia stata un’infame); per il 6º punto non resta che il furto di identità che, ad ogni modo, non semplifica l’ottenimento del 5º punto.
Parlando terra terra, anche se uno si chiama Yulia Gorodinski ma è più cesso di un cesso di una stazione ferroviaria, inutile farsi autoscatti di nudo. Gli effetti collaterali per chi osserva potrebbero essere molteplici, i più deboli potrebbero addirittura riportare danni cerebrali. Non ultimo, potrebbe essere infranto l’art. 527 del nostro codice penale.
Consiglio utile: fatevi le foto a casa, magari al buio, ed evitate di pubblicarle online.
Il mondo ve ne sarà grato, io in primis.

Yulia Gorodinski_10

Yulia Gorodinski_9

Yulia Gorodinski_8

Yulia Gorodinski_7

Yulia Gorodinski_6

Yulia Gorodinski_5

Yulia Gorodinski_4

Yulia Gorodinski_3

Yulia Gorodinski_2

Yulia Gorodinski_1